News

sitocit16112023.jpg

Innovazione della Pubblica Amministrazione

Consorzio.It incontra Regione Lombardia: un progetto per favorire processi di formazione diffusa, rivolti soprattutto alle categorie meno informate, per promuovere il pieno godimento dei diritti di cittadinanza digitale attiva.

Martedì  pomeriggio il  Comitato di indirizzo e  Controllo ristretto di  Consorzio.it, con il Presidente Gianni Rossoni nel ruolo di padrone di casa ed i vertici della società  guidati  dall'Amministratore Delegato Ing. Bruno Garatti e dalla Presidente Dott.ssa Alessandra Vaiani, hanno incontrato il Dott. Alessandro Fiori Dirigente di Regione Lombardia della Direzione Generale Formazione e Lavoro.
La riunione è servita per acquisire informazioni sulla rete di servizi di facilitazione digitale prevista dal PNRR e la cui attuazione è delegata alla Regione stessa.
L’obiettivo del progetto è la crescita delle competenze digitali diffuse per favorire l’uso autonomo, consapevole e responsabile delle nuove tecnologie e promuovere il pieno godimento dei diritti di cittadinanza digitale attiva.
La proposta punta a raggiungere l’obiettivo attraverso iniziative di formazione erogate dai centri di facilitazione digitale da istituire sul territorio. 
Quest’ultimi sono punti di accesso fisico (biblioteche, scuole, centri sociali), che offrono formazione in presenza per l'acquisizione di competenze digitali ad esempio collegarsi ad internet e mantenere sicure le password, usare servizi informatici della pubblica amministrazione, utilizzo dei browser, avere un indirizzo di posta elettronica o una PEC, ecc..
Tramite la pubblicazione di un nuovo Bando Regionale verranno selezionate le progettualità proposte da partenariati organizzati sul territorio.
Il bando disciplinerà i requisiti di ammissibilità dei destinatari, le caratteristiche dei progetti finanziabili, la tipologia di formazione ammessa e gli obblighi a carico dei facilitatori.
Il Dott. Fiori ha confermato l’enorme potenzialità che Consorzio.it potrebbe avere nell’organizzazione di tale attività sul territorio e, che quindi si cercheranno di individuare le opportune modalità di un suo coinvolgimento strategico dentro il quadro delle regole del Bando in uscita.
Per la Provincia  di Cremona sono previsti da 24 a 26  ambiti territoriali  e il numero minimo di  punti di facilitazione da attivare  è fissato in 16, quota però non vincolante.
Sia Rossoni che Garatti hanno evidenziato come la presenza di Consorzio.it offra un notevole vantaggio al nostro territorio. Vantaggio che non deve essere disperso.  Considerazione condivisa dallo stesso Fiori.  

L’AD ing. Bruno Garatti: “Fin dall’inizio della fase di digitalizzazione dei nostri Comuni ci siamo posti il tema dell’alfabetizzazione digitale, in particolare di certe fasce di categoria (anziani, ecc..). E’ infatti inutile predisporre strumenti innovativi, anche nell’ambito della Pubblica Amministrazione, se poi tanti cittadini non hanno le conoscenze di base per poterli utilizzare. Questo Bando PNRR, di cui la Regione Lombardia è soggetto attuatore, è un primo passo concreto per andare incontro a queste esigenze. Come Consorzio.it faremo quindi la nostra parte al fianco dei nostri Comuni soci per facilitare la massima capillarità,  dentro l’Area Omogenea cremasca, di questo importante processo di formazione”

16 Novembre 2023

Fondazione LGH: Innovazione e ricerca a sostegno del territorio

Si è tenuto presso la Sala Pietro Da Cemmo del Museo Civico di Crema, la presentazione di Fondazione LGH – Gruppo A2A dal titolo “Innovazione e Ricerca a sostegno del Territorio”.

Durante l’incontro, il Presidente Giorgio Bontempi e il Responsabile Scientifico Fabio Benasso sono intervenuti per raccontare la connessione tra Fondazione LGH e il territorio cremasco e il contributo riconosciuto dalla Fondazione per la crescita e lo sviluppo di progettualità scientifiche e culturali di valore. 

L’occasione – nella quale ha portato il proprio saluto anche il Sindaco di Crema Fabio Bergamaschi – è stata utile per presentare in dettaglio i singoli progetti scientifici del territorio nei primi due anni di attività della Fondazione.

Progetto CER

Le nuove comunità tra transizione energetica ed ambientale

Fondazione LGH ha dato il suo sostegno al progetto di sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili del territorio cremasco. Illustrato dall’Ing. Bruno Garatti, Amministratore Delegato di Consorzio.it, il progetto complessivo vede la nascita di un modello per lo sviluppo e la creazione di varie CER nell’intera Area Omogenea Cremasca che conta oltre 52 Comuni, partendo inizialmente dall’ambito dei singoli Comuni per poi estendersi a livello sovracomunale coprendo l’intera area del territorio.

Come modello di sviluppo, si è preso in esame la Comunità Energetica della Città di Crema, che si svilupperà nell’ambito dell’area EX Olivetti e zone limitrofe.

Il progetto di Consorzio.IT mira a sviluppare soluzioni per favorire la produzione, la condivisione e lo sfruttamento di energia pulita, definendo un modello replicabile sul territorio. In particolare, l'energia solare verrà utilizzata per fornire energia rinnovabile alle varie comunità locali, riducendo le emissioni di gas serra e promuovendo la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio.

La replicabilità del modello sul territorio avrà anche un’ulteriore specificità: potranno essere inseriti all’interno delle CER, oltre agli impianti fotovoltaici civili ed industriali, anche gli impianti a Biogas coinvolgendo, così, il mondo rurale e il sistema delle agroenergie. 


“La Fondazione mira a sostenere le realtà locali di ricerca per fornire lo slancio necessario a diventare un polo di attrazione di aziende e di nuove competenze, con l’opportunità di trasformarsi in volano d’investimenti per la crescita” afferma Fabio Benasso, Responsabile Scientifico di Fondazione LGH.


“Nei primi due anni della Fondazione si sono poste le basi di una più ampia attività in ambito scientifico e sociale che troverà pieno sviluppo negli anni a seguire” - afferma il Presidente Giorgio Bontempi

13 Novembre 2023