Comunicato stampa

 protezionecivile.jpg

Al Via il progetto di Redazione dei Piani di Protezione Civile per gli enti del cremasco

Perché è importante pianificare la gestione e il superamento delle emergenze “in tempo di pace”, quando tutto è sotto controllo.

Sicurezza ancora fra le priorità del territorio. Dopo la presentazione del Polo della sicurezza relativo alla costruzione del polo logistico della protezione civile in via Macallé, attiguo a quello destinato ad ospitare la nuova caserma dei vigili del fuoco, continua il confronto del territorio su questi temi

In questi giorni si sono riuniti presso la sede di Consorzio.IT i 23 comuni che hanno deciso di realizzare un piano per la protezione Civile.  Per il prossimo Settembre ciascun ente dovrà quindi provvedere all’ inserimento e alla  validazione dei contenuti del progetto.

Capofila del progetto territoriale  il Comune di Casaletto Ceredano
Dopo i saluti del Sindaco Aldo Casorati è intervenuta la Dott.ssa Roberta Bassi , responsabile dell’ufficio Bandi di Consorzio.IT, che  ha introdotto la tematica, Consorzio.IT infatti avrà un ruolo di coordinamento del progetto.
Erano presenti anche i referenti di Geometrics, azienda incaricata dal comune di Casaletto Ceredano per la redazione del piano

L’incontro è stata l’ occasione per iniziare un percorso insieme ed evidenziare le  prime richieste e interazioni che attraverso ConsorzioIT , che come si detto  svolgerà un ruolo di coordinamento  per tutte le interazioni, possa giungere alla definizione della redazione dei piani di protezione civile.

Si è trattato di un confronto operativo in cui ci si è confrontati sulle scelte concrete quali le nomine relative alla composizione  dell’unità di crisi locale e in generale sull’impostazione del piano.

Un breve riepilogo dei passi precedenti

Nel 2021 Regione Lombardia effettua un riordino dell’impostazione dei piani della protezione  civile. Il tutto anche attraverso recentissime disposizioni normative quali per esempio quella  del 7 novembre dove sono state emanate le  linee guida per gestione delle emergenze .

Regione Lombardia attraverso il PPC ONLINE da uno strumento che consente di implementare  all’interno di una piattaforma dedicata il proprio piano  comunale.

L’incontro ha  permesso di definire gli scenari attesi per ogni evento calamitoso e fornire modalità su come gestire gli eventi e parallelamente condividere in modo uniforme sul territorio regionale la pianificazione di emergenza 

Il progetto consente anche agli enti sovraordinati che devono supportare gli enti locali di avere elementi sufficienti  per dare il miglior supporto in un momento di crisi. 
Regione Lombardia ha successivamente  presentato un bando che finanzia l’attività di aggiornamento o la redazione e del piano di ppc online  a cui hanno partecipato 23 comuni del cremasco con il coordinamento dell’ufficio bandi di Consorzio.IT

Con questo nuovo modello quindi cambiano le modalità con cui i comuni redigono ed aggiornano i propri piani  di protezione civile. Ciascun ente dovrà  individuare una figura ( responsabile comunale di protezione civile ) che avrà il ruolo di valutatore dei contenuti di protezione civile.

Durante l’incontro sono stati presentati i primi contenuti che dovranno essere implementati grazie anche al Consorzio che sfruttando i propri canali di comunicazione può abilitare uno  sviluppo omogeneo del progetto .

I comuni coinvolti nel progetto sono 23 e precisamente : Casaletto Ceredano (Comune capofila), Camisano, Campagnola Cremasca, Capergnanica, Casaletto Ceredano, Castel Gabbiano, Credera Rubbiano, Cremosano, Cumignano sul Naviglio, Fiesco, Izano, Montodine, Moscazzano, Pianengo, Pieranica, Quintano, Ricengo, Ripalta Arpina, Ripalta Cremasca, Ripalta Guerina, Salvirola, Torlino Vimercati, Trigolo.
 

 

21 Dicembre 2022

PNRR: Incontro formativo tra Consorzio.it e gli Uffici tecnici dei Comuni soci

PNRR: Incontro formativo tra Consorzio.it e gli Uffici tecnici dei Comuni soci
Per un Cremasco sempre più organizzato ed in in linea con i metodi e i tempi di attuazione

Si è tenuta stamattina, 14 dicembre, nella sede di Consorzio.IT spa in via Del Commercio 29 a Crema l’incontro formativo con i dipendenti degli Uffici Tecnici dei Comuni Soci finalizzato ad approfondire la tematica del PNRR e in particolare del sistema di rendicontazione ReGiS. La scelta della società di organizzare l’incontro in presenza è volta a rafforzare il ruolo di accompagnamento che il proprio Ufficio Bandi, coordinato dalla Dott.ssa Roberta Bassi, svolge verso i comuni soci.

Da un’analisi svolta è maturata la consapevolezza nella Società dei Comuni Cremaschi, Consorzio.IT, che nel territorio cremasco il PNRR è più esteso; non sono solo presenti le c.d. opere native, ma sono da tenere in considerazione anche le c.d. opere pubbliche confluite ovvero finanziamenti statali che sono stati trasferiti, da quest’anno, nel PNRR.

L’ufficio bandi di Consorzio.IT è l’area organizzativa destinata ad erogare servizi, in favore dei Comuni Soci, di: monitoraggio di contributi e/o finanziamenti per l’acquisto di beni o realizzazione di opere pubbliche, supporto nelle vari fasi del processo di ottenimento e rendicontazione dei suddetti contributi e/o finanziamenti nonchè dipanare le criticità che si riscontrano via via nelle procedure.

Nel corso dei mesi scorsi l’interlocuzione tra l’Ufficio Bandi e gli Uffici Tecnici per le opere sia native che confluite nel PNRR è stata l’occasione per fare il punto della situazione dell’area Cremasca e, insieme alla dirigenza della società Consorzio.IT , condividere l’idea di offrire ai Comuni Soci strumenti formativi e il più possibile operativi per chiarire, anche alla luce della recente pubblicazione dei manuali operativi-metodologici, l’utilizzo del sistema ReGiS quale attività di rendicontazione obbligatoria in tempistiche ben definite e, non da ultimo, elemento imprescindibile per ottenere i finanziamenti.

Nello specifico durante l’incontro sono stati affrontati i principali adempimenti per gli enti attuatori del PNRR, l’importanza di coordinare dati e informazioni (tecnici e contabili) prima dell’inserimento in ReGi anche attraverso alcuni esempi pratici dando spazio a domande le domande emerse dai tecnici presenti.

15 Dicembre 2022

Alfabetizzazione Digitale per i Comuni Incontro in Consorzio.it organizzato dall’ufffcio RTD territoriale

Alfabetizzazione Digitale per i Comuni Incontro in Consorzio.it organizzato dall’ufffcio RTD territoriale

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza individua nelle persone, prima ancora che nelle tecnologie, il motore del cambiamento e dell’innovazione nella Pubblica Amministrazione.

“Ri-formare la PA. Persone qualificate per qualificare il Paese” è il Piano strategico per la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Il nuovo ministro della Pubblica Amministrazione, Zangrillo, ha evidenziato con il suo insediamento (avendo un percorso in ambito “Risorse Umane”) la necessità di potenziare e migliorare la motivazione e le competenze (anche digitali) dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Il DESI evidenzia come nel 2021, mentre l’87% dei cittadini europei utilizzava internet regolarmente, solo il 54% possedeva competenze digitali di base. I Paesi Bassi e la Finlandia sono i paesi più dotati di tali skill, mentre la Romania e la Bulgaria sono in maggiore ritardo. L’Italia è nei pressi dell’ultimo posto.

Come Ufficio RTD Territoriale si è quindi deciso di promuovere una formazione omnicomprensiva di tutti gli Enti aderenti al tavolo territoriale RTD, sulle piattaforme abilitanti, che prosegue un percorso di Alfabetizzazione Digitale iniziato nel mese di Novembre con la Cybersecurity e che vada ad affiancarsi alle iniziative nazionali. Questo con lo scopo di Alfabetizzare capillarmente la PA locale nel territorio del cremasco, coinvolgendo tutto l’ecosistema (amministratori, segretari, dipendenti) e creando così un vocabolario condiviso e un’uniformità di competenze. Tale approccio è già stato testato con buoni risultati presso l’ITIS di Crema, coinvolgendo docenti, studenti e genitori, allo scopo di creare sia una base comune di competenze, che un sistema che si fertilizza autonomamente nel tempo, formando tutti gli attori sugli stessi temi.

Ricordiamo che l’ufficio del Responsabile per la Trasformazione Digitale è composto da diverse figure del territorio, con il supporto operativo di Consorzio.IT, il che permette di garantire una multidisciplinarietà di competenze.

Nello specifico sono coinvolti nell’ufficio:
Dott. Calderara Fabio (Comune di Spino d’adda - Responsabile dell’ufficio), Dott. Massimiliano Alesio (Segretario comunale di diversi enti del territorio), Dott.ssa Stefania Cervieri (Comune di Crema), Dott.ssa Nadia Fontana (Comune di Vailate), Dott. Giuseppina Bianchessi (Comune di Cremosano), Lusardi Cristian, Dott.ssa Elisabetta Casazza e Andrea Tironi (Consorzio.It)

La formazione ha visto la partecipazione di un centinaio di funzionari dei comuni cremaschi ed ha riguardato le tematiche:

  • Ufficio RTD (cosa è e a cosa serve)
  • SPID
  • CIE
  • EIDAS
  • pagoPA
  • app IO
  • PN (Novità: piattaforma notifiche)
  • PDND: (Novità: Piattaforma Digitale Nazionale Dati)

“Grazie a questa formazione ciascun funzionario dell’Ente ha acquisito competenze, sia come dirigente che come cittadino - dichiara l’Ing. Garatti, AD di Consorzio.IT - lungo un percorso di approfondimento che permette di costruire una maggiore consapevolezza nell’ utilizzo dei servizi e per comprendere come la trasformazione in corso nella Pubblica Amministrazione grazie al digitale e al PNRR, è concreta. Sarà importante proseguire questo percorso di alfabetizzazione digitale e quindi estendere questa formazione a tutte le fasce di cittadini, soprattutto verso quelle meno avvezze all’utilizzo del digitale. Un percorso che come Consorzio.it svilupperemo insieme ai nostri comuni attraverso lo strumento dell’RTD territoriale ”

15 Dicembre 2022
conferenza29.11.2022

Aree Grigie di Open Fiber in collaborazione con Consorzio.IT

Oggi pomeriggio presso la sede del Consorzio dei comuni cremaschi in via del Commercio 29, a Crema, si è svolto l’incontro con la società Open Fiber SpA.

Il primo tema trattato ha interessato la chiusura del progetto Aree Bianche sul territorio cremasco ovvero l’estensione di una rete in fibra ottica in modalità FTTH di proprietà pubblica dove Open Fiber si è aggiudicata le tre gare indette da Infratel (società del Ministero delle Imprese e del Made in Italy) per realizzare e gestire la rete in concessione per 20 anni.

Sono stati cablati 40 dei 52 comuni facenti parte del Consorzio Cremasco e connesse circa 34000 unità immobiliari con la stesura di 360 Km di infrastruttura a banda ultra larga.

Il secondo tema dell’incontro ha interessato il progetto di digitalizzazione finanziato con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e riguarda zone non coperte da almeno una rete in grado di fornire velocità di connessione in download pari o superiori a 200 Mbit/s, che in gran parte rientrano nelle cosiddette Aree Grigie.

Open Fiber si è aggiudicata complessivamente 8 lotti in gara, per un totale di 3.881 comuni in 9 regioni: Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Puglia, Sicilia, Toscana e Veneto. Il piano prevede la realizzazione di reti ad alta velocità con una copertura di circa 3,3 milioni di unità immobiliari.

In particolare, per quanto riguarda il Consorzio Cremasco, dei 52 comuni che ne fanno parte sono 20 quelli interessati dal progetto delle Aree Grigie con circa 7500 civici finanziati dal bando.

La Dott.ssa Alessandra Vaiani, Presidente di Consorzio.IT ha dichiarato “Ancora una volta, oggi come in passato, Consorzio.IT consente di anticipare gli interventi di posa della banda ultralarga nel territorio anche in quelle aree sino ad oggi non coinvolte con la posa della fibra ottica. Open Fiber ha creato l’infrastruttura di rete per permettere a cittadini e imprese di collegarsi ad internet mediante la banda ultra larga, con velocità fino ad 1 gigabit/secondo in download. Questo permette al nostro territorio di essere più attrattivo, sia a livello residenziale che per le imprese . Siamo orgogliosi come società di aver partecipato attivamente a questo progetto con le nostre figure tecniche e gestionali, in collaborazione con i nostri sindaci, permettendo quindi di accelerare i tempi di attivazione. Oggi possiamo dire di aver portato le autostrade digitali sul nostro territorio, un asset che rende attrattivo il territorio poiché apre il cremasco al mondo grazie alle nuove strade digitali

Open Fiber è un operatore wholesale only, non vende perciò servizi al cliente finale ma è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso offrendo l’accesso a tutti gli operatori interessati. Una volta completata l’infrastruttura i cittadini interessati non devono far altro che verificare sul sito www.openfiber.it la copertura del proprio civico, scegliere il piano tariffario preferito e contattare uno degli operatori disponibili per poi iniziare a navigare a una velocità sicura e a bassa latenza.
 

29 Novembre 2022
pnrr

Dal PNRR in arrivo oltre 10 milioni di euro per i Comuni

Questa mattina durante la conferenza stampa avvenuta presso la sala conferenze di Consorzio.IT, l'amministratore delegato Bruno Garatti ha illustrato la situazione del territorio cremasco rispetto agli avvisi del PNRR relativi alla digitalizzazione e innovazione.

Nel 2021, l’Unione Europea, oltre ai tradizionali fondi strutturali, ha avviato il programma Next Generation Eu anche noto come Recovery Plan, in risposta alla crisi economica dovuta all’emergenza epidemiologica. Il programma europeo, composto principalmente dal Dispositivo per la Ripresa e Resilienza (Recovery and Resilience Facility), prevede investimenti e riforme per accelerare la transizione ecologica e digitale; migliorare la formazione e conseguire una maggiore equità di genere, territoriale e generazionale.
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) italiano prevede finanziamenti per oltre 200 miliardi di Euro e a cui si affiancano ulteriori 30,6 miliardi di Euro del Piano Nazionale Complementare (PNC).
Il PNRR si sviluppa intorno a tre assi strategici, condivisi a livello europeo: digitalizzazione e innovazione, inclusione sociale e transizione ecologica, articolandosi in sei Missioni e sedici Componenti. Le sei Missioni del PNRR sono: digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile; istruzione e ricerca; inclusione e coesione; salute.

I comuni del territorio cremasco, tramite il PNRR, avranno a disposizione 10 milioni di euro, ovvero avranno un'opportunità, irripetibile, di accelerare in modo significativo la transizione al digitale e di sviluppare innovativi modelli organizzativi che siano in grado di autosostenersi e che abbiano un risvolto significativo nell'esperienza del cittadino che si rivolge alla Pubblica Amministrazione.
In questo contesto, Consorzio.IT, la società dei comuni cremaschi, ha l'obiettivo di supportare in modo concreto e lungimirante, la realizzazione degli obiettivi previsti negli avvisi del PNRR per i quali i comuni si sono candidati: l'abilitazione al cloud per gli enti locali, l'attivazione di servizi pubblici online mediante l'adozione di modelli collaudati, l'implementazione dell'identità digitale, il consolidamento di PagoPa e app Io, la creazione di un'infrastruttura unica online che permetterà alla pubblica amministrazione di notificare atti amministrativi a valore legale e l'istituzione di una piattaforma nazionale dati, che consentirà l'interoperabilità e la condivisione dei dati tra le Pubbliche Amministrazioni.
Alcuni comuni hanno scelto di affidare in modo completo a Consorzio.IT il progetto: dalla candidatura agli avvisi del PNRR al raggiungimento degli obiettivi definiti, fino alla elaborazione di un piano strategico territoriale efficace che generi una concreta svolta nell'accesso ai sistemi digitali da parte della PA e del cittadino.
Altri comuni, come il Comune di Crema, che hanno una struttura all'interno in grado di seguire la tematica, sono comunque affiancati da Consorzio.IT per condividere le strategie, le vision, le difficoltà creando la sinergia necessaria al territorio per il raggiungimento degli obiettivi.
Il Sindaco di Crema presente alla conferenza stampa è intervenuto per rimarcare l'importanza di raggiungere gli obiettivi previsti dal PNRR per per aprire le porte alla modernità, per accorciare le distanze, per sburocratizzare il paese e al tempo stesso per alfabetizzare alcuni target per garantire coesione sociale, affinché la digitalizzazione sia davvero sinonimo di semplificazione, per tutti.

18 Novembre 2022
Monte-Nuovo asilo nido Gara curata da Consorzio.it

Monte Cremasco - Nuovo asilo nido Gara curata da Consorzio.it

A seguito dell'incarico affidato dal comune di Monte Cremasco, Consorzio.IT seguirà la gestione della gara a procedura negoziata per i lavori di realizzazione del nuovo ASILO NIDO COMUNALE un servizio di cui al momento il comune è sprovvisto. La struttura sarà finanziata in parte dal PNRR e in parte dall'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Lupo Stanghellini.
Il Comune di Monte Cremasco ha inoltre affidato a Consorzio.IT, società partecipata dai Comuni del Cremasco, anche la gestione della gara relativa al progetto di rigenerazione urbana dell’area feste di via Ugo Foscolo che prevede la riqualificazione della struttura e la creazione di un parco giochi.

17 Novembre 2022

Area omogenea, Festari confida nell'esperienza di Rossoni su scuola e sanità locale

I Comuni dell'Area Omogenea, saranno chiamati a dare il proprio apporto su alcuni temi strategici per riportare Crema e il suo circondario protagonista della vita politica ed economica della provincia di Cremona e non solo.
A tal proposito il Sindaco di Madignano, Elena Festari, ha manifestato un pensiero positivo e di profonda stima per il nuovo presidente Gianni Rossoni.
Ritiene che la grande esperienza politica di Rossoni sia un valore aggiunto e che sarà capace di garantire a tutti i comuni, indipendentemente dalle dimensioni, la stessa importanza. Essendo Crema la città trainante è logico che le dinamiche siano principalmente focalizzate lì, senza però perdere il senso dell'interezza del territorio.
Secondo il sindaco di Madignano, è necessario puntare all’ampliamento di servizi, senza perdere quelli attuali (come è stato per esempio con il tribunale cittadino ndr), con particolare riguardo alla sanità e alla scuola che sono i temi fondamentali per un costante sviluppo del territorio.

Consulta l'articolo su https://www.cremaonline.it/politica/13-11-2022_Festari%3A+%27scuola+e+sanit%C3%A0%2C+le+priorit%C3%A0+dell%27area+omogenea%27

15 Novembre 2022

Le comunità energetiche: il progetto dell'area ex-Olivetti

La prima comunità energetica della città di Crema è un progetto che sta prendendo forma e comprenderà l’area dell’ex Olivetti con annessa l‘Università, l’Ancorotti Cosmetics ed i condomini di via Bramante.
Al progetto sta lavorando Consorzio.it, la società dei comuni cremaschi, ed ha già individuato i possibili finanziamenti: oltre a Regione Lombardia anche la Fondazione LGH.

9 Novembre 2022

Imprese Nei 48 Comuni un unico interlocutore

Il Comitato ristretto di indirizzo e controllo di Consorzio.IT, che comprende 13 sindaci, si è riunito per affrontare il problema dello Sportello unico associato delle attività produttive (Suap) Serio Est, che fa capo attualmente al Comune di Offanengo.
Il problema che si pone è che l’impiegato comunale di Offanengo che si occupa di questo servizio va in pensione. Da qui, l’idea del Comitato ristretto di trasferire il Suap in carico alla società partecipata Consorzio IT.
Nel corso della riunione è emersa l’idea di istituire uno Sportello unico per tutti i 48 Comuni del Cremasco, che faccia capo a Consorzio IT.
Tra gli argomenti trattati dal Comitato ristretto figura anche il servizio aggregato di Polizia locale. Alcuni Comuni ne sono ancora privi e per loro si pone la questione della gestione dei varchi elettronici.
L’ultimo punto all’ordine del giorno riguardava la banda ultralarga, con l’inizio dei lavori delle cosiddette Aree grigie del Cremasco.

20 Ottobre 2022

E via alle Comunità energetiche

Consorzio.IT supporterà e guiderà i Comuni del territorio nella creazione di Comunità energetiche rinnovabili.
E la cosa è stata apprezzata dall’assessore regionale all’Ambiente e al Clima Raffaele Cattaneo, che ha incontrato l’ad della società partecipata Bruno Garatti e il direttore Massimo Zanzi, oltre all’ingegnere Cristian Papa, consulente per le energie rinnovabili.
A fine anno scade il bando regionale relativo alle manifestazioni di interesse che i Comuni devono presentare se vogliono impostare una Comunità energetica . L’incontro con Cattaneo e con la struttura del suo assessorato è servito per riuscire ad arrivare a candidare qualcuno dei nostri enti locali.
La Regione si è resa conto delle difficoltà ad affrontare questi progetti e ha visto nel sostegno di Consorzio.IT verso i Comuni un modello da imitare anche in altri territori. La nostra società diventa referente per le Comunità energetiche.

19 Ottobre 2022