Avviso

Academy4Pa - Aperte le iscrizioni ai nuovi corsi
11 Giugno 2020

Academy4Pa - Aperte le iscrizioni ai nuovi corsi

La migliore formazione è  quella che facilita il partecipante ad apprendere informazioni per risolvere problemi concreti, che fanno parte del suo quotidiano. Questo permette di prendere coscienza della realtà e trasformare in conquista ogni sua percezione. ConsorzioIT ha deciso di favorire una condivisione degli obiettivi e dei costi per la formazione della Pubblica Amministrazione, una strategia per ottimizzare le poche risorse a disposizione permettendo di affrontare problemi quotidiani con nuovi strumenti acquisiti mediante la formazione.

 #ACADEMY4PA

 

11 Giugno 2020
8 Maggio 2020

Termoscanner

TERMOSCANNER - RILEVAMENTO FACCIALE E RICONOSCIMENTO DELLA TEMPERATURA

L’innalzamento della temperatura corporea è uno dei primi sintomi “oggettivi” in pazienti contagiati da Virus. La misurazione della temperatura a soggetti che hanno accesso ai luoghi pubblici è quindi un'ottima misura preventiva per evitare la diffusione del virus e utile per fronteggiare la diffusione del virus. Proponiamo una soluzione con particolare attenzione alla pubblica amministrazione : Municipio, Biblioteca, Scuole, Scuolabus , Consigli Comunali

La NOSTRA proposta che risponde all’esigenza delle amministrazioni di gestire l’accesso alle aree pubbliche al fine evitare contagi di ritorno

CONTROLLO E SICUREZZA

Questo sistema è in grado di controllare e gestire secondo le nuove normative la temperatura corporea e la presenza della mascherina per la sicurezza ingressi nei posti di lavoro, uffici, luoghi pubblici, scuole, stazioni, negozi, palestre, ristoranti. Protocollo di regolamentazione delle misure di contenimento e contrasto alla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro.

Il sistema è Stand – Alone non necessita della presenza di un addetto dell’Ente in prossimità del dispositivo, inoltre le funzionalità congiunte del dispositivo consentono eventuali collegamenti a porte elettrificate/tornelli per impedire l’accesso in caso di  assenza della mascherina o di rilevamento di febbre.
Il dispositivo è l’ideale per gestire gli accessi al Municipio, Biblioteche, Scuole  e altri luoghi pubblici

VANTAGGI DEL SISTEMA

Il sistema progettato per il riconoscimento facciale e rilevamento della temperatura corporea, garantisce la gestione automatica degli ingressi per la prevenzione epidemica. 
Può essere installato in qualunque ambiente segnalando in tempo reale la temperatura elevata o volto non riconosciuto. Semplice e veloce per installazioni in qualunque ambiente. 
Viene fornito con software gestionale per controllare più dispositivi.   La rilevazione della temperatura è affidabile e veloce con una precisione di +/- 0,3°C

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL DISPOSITIVO

  • Monitor: 7" HD LCD 600x1024
  • Risoluzione Telecamera: 2 Mega Pixel
  • Temperatura distanza: 0,5-1,3mt
  • Tolleranza +/- 0,3°C
  • Riconoscimento: Volto, Mascherina
  • Riconoscimento Facciale: 0,5-2,3mt
  • Memoria fino a: 25.000 volti ( template )
  • Tempo di riconoscimento: 200ms
  • Illuminazione: infrarosso, white light
  • Protocollo: TCP/IP, HTTP
  • Modalità di funzionamento: Auto & on-off line
  • Gestione: black & white list
  • Formato immagini:JPEG
  • Network: RJ45
  • Uscita: relè per comando varco
  • Allarmi: su display, vocale, smartphone
  • Aggiornamento Firmware: remoto
  • Temperatura di funzionamento: -20°C - 55°C
  • Alimentazione: 12Vdc
  • Dim. Monitor: 219 x 111 x 21,5mm
  • Dim. C20 base da tavolo: diam. 33 x H 189
  • Dim. C60 base+colonnina per bambini: 60cm
  • Dim. C110 base+colonnina per adulti: 110cm

INSTALLAZIONE MONTAGGIO E ASSISTENZA

La consegna e il montaggio è in capo a Consorzio.IT e comprende la formazione necessaria ad utilizzare lo strumento.E’ necessario installare il dispositivo nei pressi di una presa di alimentazione. L’attività di Assistenza Telefonica verrà garantita attraverso il reparto di help desk telefonico. Il reparto di Help desk è attivo, senza limitazioni di chiamata, nei giorni feriali dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.
Qualora si volesse collegare il device a dispositivi di accesso automatici (tornelli/porte elettrificate) Consorzio.IT è in grado di fornire una quotazione  personalizzata con installazione chiavi in mano.

GARANZIA E TEMPI DI CONSEGNA

Garanzia base per 12 mesi.
Tempi di consegna: Il prodotto verrà fornito entro 15/30 giorni dall’ordine.

8 Maggio 2020
24 Aprile 2020

Webinar su PagoPA e a supporto dei comuni per sedute consiliari e di giunta in videoconferenza

Questa settimana abbiamo tenuto due importanti Webinar, uno su pagoPa con la presenza anche di realtà nazionali quali Nexi MyBank e Pmpay per continuare il supporto ai comuni nell’attivazione dei pagamenti dei servizi pubblici sulla nuova piattaforma.

Il secondo Webinar invece a supporto dei comuni per l’organizzazione delle sedute consiliari e di giunta in videoconferenza , fornendo gli strumenti necessari per la registrazione e trasmissione in streaming dei consigli comunali.

24 Aprile 2020
Banda Ultra Larga in attivazione nel cremasco
24 Aprile 2020

Banda Ultra Larga in attivazione nel cremasco

Il territorio cremasco con il supporto della partecipata ConsorzioIT e con OpenFiber, sta completando i lavori di stesura della fibra ottica, asset importante per lo sviluppo dei servizi nel territorio.

Nei comuni di Campagnola Cremasca, Cremosano, Casaletto Vaprio, trescore Cremasco, Pieranica, Torlino  Vimercati, è iniziata la fase di commercializzazione del servizio, seguiranno i comuni di Quintano e Capralba

Prosegue nel resto del territorio l'ultimazione dei lavori di stesura della rete prima di procedere alla commercializzazione.

Ricordiamo che, come da bando nazionale, il territorio comunale è coperto in fibra ottica secondo gara di appalto indetta da Infratel e vinta da Openfiber, e che per case sparse (cascine ad esempio) o frazioni di ridotte dimensioni la copertura è prevista in wireless (FWA con almeno 30 mbit).

A breve si renderanno disponibili offerte commerciali da parte di operatori per la copertura della fibra sul nostro territorio. La verifica della copertura del proprio civico dovrà essere fatta puntualmente con gli operatori in fase di attivazione. 

 

24 Aprile 2020
4 Aprile 2020

Insieme per il territorio -LGH sostiene gli ospedali del SUD Lombradia

#LGH e #Scs a fianco dell’iniziativa “Uniti per la provincia di Cremona” per supportare le strutture ospedaliere del territorio.

Le due hanno sostenuto l’iniziativa con un contributo di 50.000 euro per sostenere lo straordinario sforzo messo in campo in queste settimane dalle strutture sanitarie del cremasco

SCS con i propri soci Scrp (che detiene il 100% di #Consorzio.IT) e CremascaServizi hanno da subito condiviso con Lgh questa iniziativa poiché è fondamentale unire gli sforzi a sostegno dell’Ospedale di Crema e di tutti i cremaschi.

4 Aprile 2020
5 Aprile 2020

Come i dati possono aiutare a capire come le persone reagiscono al Covid19

Quando si vogliono usare i dati per capire i fenomeni, prima di tutto è necessario capire cosa, con i dati, si vuole dimostrare, ovvero fare un’ipotesi.

L’ipotesi che abbiamo fatto prima di accedere al grafico dei varchi sparsi sul territorio del cremasco, era che il covid19 abbia avuto un impatto nella prima settimana dopo il primo caso, poi la gente abbia avuto un “ritorno alla normalità” e successivamente con i DPCM del 8e 22 Marzo, ci siano stati dei cambiamenti effettivi nei comportamenti.

Nel cremasco è stato costruito un impianto di Varchi Territoriali (utili alla lettura targhe), 62 “occhi” che leggono targhe e permettono a Polizie Locali ed Forze dell’Ordine di agire meglio secondo le rispettive competenze sul territorio.

Guardando i dati statistici dei varchi, abbiamo visto quanto segue.

I varchi hanno confermato l’ipotesi: i transiti medi sono tra i 450 e 500 mila al giorno nel mese di Gennaio (pre covid), si riducono sotto i 400 mila nella settimana post primo caso (fine Febbraio), per poi rialzarsi nella prima di Marzo(dove c’è stata una sorta di ritorno al pre-covid, dove la gente ha pensato che il tutto sarebbe tornato alla normalità in poco tempo).

Al che il governo ha dovuto intervenire con DPCM del 8 Marzo. Lì si vede un progressivo calo da oltre 300 mila transiti a meno di 200 mila (40% del valore iniziale) progressivamente, durante la settimana.

Infine, dopo il DPCM che ha fermato le attività non necessarie, si è visto il calo drastico fino a poco più di 100.000 transiti al giorno, per una riduzione totale di oltre l’80% dei transiti.

 

5 Aprile 2020
6 Aprile 2020

Il valore di una società che lavora per il territorio

La nostra società ha appena compiuto 16 anni, quest’anno un compleanno diverso dal solito, nel pieno di un emergenza sanitaria il #coronavirus.

In un’Italia divenuta uno degli epicentri della pandemia globale di Covid-19, la priorità per tutte le realtà del settore pubblico e privato è tutelare la salute delle persone, nel tentativo di scongiurare la paralisi delle attività produttive.

E anche ConsorzioIT, come società interamente partecipata dai comuni suoi soci , oggi più che mai ha il dovere di garantire continuità al proprio lavoro, che è al servizio dei cittadini e di tutte le Pubbliche Amministrazioni impegnate a gestire questa situazione di crisi. Per questo, è stato fondamentale poter reagire in fretta e tradurre concretamente la cultura del lavoro smart che negli anni abbiamo introdotto in azienda, estendendola alla quotidianità di tutti i dipendenti e collaboratori.

Essendo molto vicini alla zona rossa (Lodi è a 15 km e i malati Covid-19 venivano portati da subito anche all’ospedale di Crema, dove noi lavoriamo), ci siamo subito allertati. Dal lunedì 24, primo giorno lavorativo dopo l’individuazione del paziente uno a Codogno, abbiamo scelto di prediligere il lavoro da remoto con la possibilità di recarsi in ufficio solo in caso di necessità, nel rispetto delle regole indicate dal Ministero della Salute.

La società ha da subito attivato lo smart workingmsu tutti i dipendenti, sia di ConsorzioIT che della capogruppo SCRP. Il passaggio integrale alla modalità da remoto è stato immediato: sono bastate poche ore (una mattina) per organizzarsi internamente e, già dall’indomani, tutti abbiamo potuto proseguire il nostro impegno da casa, senza mai interrompere l’operatività.

Come è stato possibile?

Un approccio da startup, per una in-house territoriale

Da sempre abbiamo cercato di portare l’informatica nei nostri enti. La società è nata proprio per quello nel 2004.

Abbiamo, quindi, una missione ambiziosa: far evolvere i servizi pubblici, rendendoli sempre più moderni e a misura di cittadino, partendo dall’informatica di base. Un obiettivo, che si è concretizzato inizialmente come forniture ict, poi è evoluto in servizi ict, per diventare progetti ict e non, oltre che trasformazione digitale, negli ultimi 3 anni, grazie alla sinergia con tanti player nazionali, tra cui Team per la Trasformazione Digitale (oggi Ministero per l’Innovazione e la Digitalizzazione).

Il tutto grazie ad un cambio di visione che è alla base di ogni nostra attività.

Da un lato, è la nostra stessa natura a renderci un po’ “speciali”: siamo una società pubblica, interamente partecipata dai nostri soci, ma conserviamo lo spirito e l’approccio da azienda privata e startup ereditati dal fatto che la maggior parte di noi hanno avuto esperienze in società ICT private prima di entrare in ConsorzioIT. Questo ci porta ad agire in discontinuità con i tradizionali modi di fare innovazione nella Pubblica Amministrazione, perché significa:

  • essere agili, il più veloci possibili e, in molte occasioni, coraggiosi;
  • adottare nuovi metodi di lavoro e sperimentare nuove tecnologie, per proporre ai cittadini e agli enti pubblici nuovi prodotti, partendo sempre dai bisogni degli utenti e dalle opportunità del mercato;
  • aprirsi alla creazione delle migliori relazioni possibili, imparando dalle realtà più innovative sul territorio locale, regionale e nazionale, mantenendo un occhio rivolto anche a cosa succede nel mondo.

Dall’altro, occuparci di progetti chiave per la strategia di innovazione del territorio ci stimola a proseguirne lo sviluppo secondo modelli che sono già best practice nel settore privato ed ha confrontarci anche con il settore privato, nell’ottica di realizzare progetti che permettano un’evoluzione del pubblico in modo da garantire nuovi servizi.

Motivare tutti noi ad affrontare sfide che consentano una concreta diffusione di tecnologie e soluzioni pensate a livello nazionale per facilitare la vita ai cittadini del nostro territorio, non può prescindere dalla garanzia di un ambiente di lavoro moderno, flessibile e dinamico.

Smart e remote working: garanzia di continuità

La cultura del lavoro agile è una cultura che nel tempo abbia cercato di fare nostra. Crediamo che valorizzare la responsabilità del singolo — nell’organizzazione del proprio tempo e nella definizione delle priorità per il raggiungimento di obiettivi e risultati comuni — porti benefici su molti fronti. È un approccio che ripaga in termini di gratificazione personale e maggiore produttività per l’azienda, ma soprattutto concorre al cambiamento culturale che può produrre un modello più sostenibile di società.

Per questo da diversi anni abbiamo introdotto metodologie, strumenti e mindset che permettano di fare smartworking.

Per citare alcuni strumenti:

  • Slack — è lo strumento con cui gestiamo la comunicazione dei team di lavoro, attraverso canali tematici privati o accessibili a tutti. Molte delle conversazioni che riguardano lo sviluppo dei nostri progetti avvengono in canali visibili a tutti i dipendenti e collaboratori: questo — oltre ad agevolare il remote working — permette a chiunque voglia capire come si è arrivati a determinate scelte progettuali di entrare nel canale in ogni momento, leggere le conversazioni e partecipare a quelle future.
  • Hangout Meet — è la piattaforma che usiamo per effettuare videochiamate e riunioni in streaming multiutente, con cui è possibile condividere file in chat e registrare una diretta video per recuperarla in differita.
  • Google Suite — è il pacchetto di strumenti per la produttività che usiamo per gestire gli account email aziendali, lavorare a più mani su documenti di testo, creare presentazioni e fogli di calcolo condivisi, archiviare e scambiare file.
  • Asana — è uno strumento online che consente di organizzare e stabilire le priorità dei progetti. Lo usiamo per pianificare il lavoro e suddividere i task, assegnandoli a specifici membri del team così da tenerne traccia e darne visibilità a tutti i colleghi coinvolti.

È anche grazie a questi strumenti che abbiamo reagito immediatamente all’emergenza COVID-19.

#restiamoacasa

La situazione attuale sta evidenziando, giorno dopo giorno, che il digitale può realmente fare la differenza per la gestione di una crisi di tale portata.

E mentre è in atto il più grande “esperimento” di remote working su scala globale — nel tentativo di fronteggiare, almeno in parte, il rischio di paralisi delle attività produttive legata alla diffusione del virus COVID-19 — anche noi abbiamo scelto di continuare il nostro impegno da casa, con la possibilità di poter stare vicino ai nostri cari e di lavorare in sicurezza.

I nostri progetti proseguono con un aumento esponenziale delle riunioni in videoconferenza e una dose di sano umorismo per non scoraggiarci. Ma anche con grande senso di responsabilità e determinazione, nella convinzione che il nostro lavoro contribuirà, seppur nel suo piccolo, a migliorare la quotidianità di tutti, quando finalmente potremo archiviare questa crisi e ritrovare il piacere di condividere dei momenti comuni.

Dedichiamo il nostro impegno a chi oggi è più esposto: alle persone più fragili, al personale sanitario e ai medici e che stanno salvando tante vite. Ma anche a tutti i cittadini, perché in un futuro non troppo lontano possano avere a disposizione soluzioni e servizi pubblici digitali, in grado di aiutarli a gestire anche situazioni delicate come quella che stiamo vivendo. Nel frattempo…

6 Aprile 2020
7 Aprile 2020

Accedere agli interventi di solidarietà alimentare dovuti all'emergenza Covid-19 dal Portaletelematico.it

Abbiamo abilitato per tutti i Comuni del #PORTALETELEMATICO il modulo per accedere agli interventi di solidarietà alimentare dovuti all'emergenza Covid-19
I Comuni possono distribuire a seconda delle proprie disponibilità:

  • buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali convenzionati
  • buoni pasto utilizzabili con fornitori autorizzati alla distribuzione dei pasti sul territorio
  • generi alimentari e prodotti di prima necessità acquistati e distribuiti avvalendosi degli enti del terzo settore.

E' possibile accedere al portale e compilare la domanda per il proprio comune

7 Aprile 2020