Avviso

civetta-28.02.2023.png

Webinar - La gestione contabile, nel bilancio di previsione e nel rendiconto degli enti locali, dei fondi PNRR

28 FEBBRAIO 2023 ORE 10:00 - 12:00

La gestione dei fondi PNRR influenzerà le regole contabili in fase di programmazione, rendicontazione e gestione finanziaria dei bilanci degli enti locali.
Il webinar ha la finalità di analizzare i vari aspetti della gestione contabile dei fondi PNRR

Contenuti del corso:

  • Analisi quadro normativo
  • PNRR e DUP;
  • Le deroghe dei fondi PNRR alle regole contabili del D.Lgs. 118/2011: l’accertamento delle entrate, la gestione in esercizio provvisorio, l’utilizzo dell’avanzo per gli enti in disavanzo; le spese di progettazione;
  • Divieto doppio finanziamento e cumulo;
  • La perimetrazione dei fondi PNRR: cosa fare;
  • Le misure non native del PNRR;
  • La gestione dei vincoli di competenza e di cassa;
  • I limiti quantitativi al quadro tecnico economico dei fondi PNRR: limiti alle spese di
  • personale, al fondo innovazione; alle spese di progettazione, all’acquisto di immobili
  • La gestione dei fondi PNRR digitale: differenze con gli altri fondi PNRR;
  • La gestione del caro materiali 2022 e 2023;
  • Riforma PNRR 1.11: tempestività dei pagamenti

Il webinar è rivolto a Responsabile Ufficio Finanziario, personale e segretario comunale

Costo: 60,00 euro a postazione (Le adesioni dovranno pervenire entro il giorno antecedente a quello fissato per il webinar)


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

CONTENUTI DEL CORSO

15 Febbraio 2023

SPORT DI TUTTI - PARCHI Avviso pubblico per l'installazione di nuove aree attrezzare in cofinanziamento con i Comuni

SPORT DI TUTTI - PARCHI - Avviso pubblico per l'installazione di nuove aree attrezzare in cofinanziamento con i Comuni

Vi portiamo a conoscenza di un’iniziativa promossa dal Ministro per lo Sport e i Giovani, per il tramite del Dipartimento per lo Sport, realizzata in collaborazione con Sport e salute S.p.A.

Data di apetura: dalle ore 12:00 24/02/2023 fino alle ore 10.00 del 24/03/2023​

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Piattaforma informativa raggiungibile al link https://www.sportesalute.eu/sportditutti.html

DI COSA SI TRATTA

La realizzazione di interventi di installazione di nuove strutture fino ad esaurimento risorse economiche disponibili. Le attrezzature sono dotate di QRCode che permetterà all'utenza di avere accesso alla visione di video tutorial realizzati da Sport e Salute.

CHI PUO' PARTECIPARE

Tutti i comuni italiani che intendono mettere a disposizione un’area all’interno del proprio territorio comunale  e che non risultino finanziati per l’Avviso Pubblico Sport nei parchi 2020

DOTAZIONE FINANZIARIA

€ 4.000.000,00 di cui € 3.300.000,00 per l’approvvigionamento e l’installazione delle attrezzature e € 700.000,00 per l’allestimento e l’attivazione digitale delle stesse

CONTRIBUTI

Modello progettuale SMALL: max € 25.000,00 oltre iva 22% comprensivo di fornitura (acquisto e ordine), trasporto, installazione e personalizzazione
Modello progettuale MEDIUM: max € 30.000,00 oltre iva 22% comprensivo di fornitura (acquisto e ordine), trasporto, installazione e personalizzazione
Modello progettuale LARGE: max € 35.000,00 oltre iva 22% comprensivo di fornitura (acquisto e ordine), trasporto, installazione e personalizzazione.
Gli importi massimi degli interventi sopra indicati saranno cofinanziati nella misura del 50% oltre IVA da Sport e Salute e del 50% oltre IVA dal Comune

CARATTERISTICHE DELL'AREA

Area:

  • avere dimensioni di almeno 300 mq in area pianeggiante
  • essere interna ad un parco pubblico urbano o una spiaggia di proprietà e nella completa disponibilità del Comune proponente
  • essere priva di barriere architettoniche
  • essere dotata di un impianto di illuminazione funzionante che permetta lo sfruttamento dell’area attrezzata anche in orario serale
  • essere compatibile a livello urbanistico e ambientale alla tipologia di fornitura proposta nell’ambito del Progetto. 

ALLEGATI ALLA DOMANDA

  • planimetria catastale completa di dimensionamenti dell’area individuata, dalla quale sia possibile identificarne con precisione l'esatta ubicazione e i confini
  • relazione riportante la localizzazione, le caratteristiche dell’area selezionata in termini di accessibilità, assenza di barriere architettoniche, compatibilità a livello urbanistico ambientale con le installazioni previste
  • documentazione fotografica dettagliata dell’area proposta (fotografie a colori e da più angolazioni)
  • delibera di approvazione dell’intervento proposto contenente l’impegno del Comune richiedente ad assumersi il 50% oltre IVA dell’importo complessivo di fornitura, trasporto e posa in opera delle attrezzature, in base al modello progettuale prescelto, e del 100% dei costi relativi alle procedure amministrative, alle opere edili propedeutiche all’installazione delle attrezzature
  • dichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445 del 2000 attestante il possesso dei requisiti minimi richiamati all’art. 4 del presente Avviso;
  • documento di identità del legale rappresentante. 

(formato PDF o P7M)

RAPPORTO/CONVENZIONE TRA COMUNI E SPORT E SALUTE

Sottoscrivere una convenzione tra Sport e Salute e il Comune, volta a disciplinare i rapporti tra i due soggetti.

I Comuni dovranno garantire la manutenzione e la gestione delle aree attrezzate mediante l’affidamento ad una ASD/SSD operante sul territorio (vedi il “Piano di Azione” pubblicato sul sito).

Le ASD/SSD saranno selezionate dai Comuni attraverso procedure che garantiscano trasparenza e parità di trattamento, in tempi che saranno definiti all’interno della convenzione che verrà sottoscritta tra Sport e Salute e il Comune, con la quale verranno definite le modalità di fruizione dell’area.
Le ASD/SSD che riceveranno in adozione le aree saranno responsabili della manutenzione ordinaria delle strutture installate per garantirne l’integrità e il buon funzionamento nel tempo e avranno diritto all’utilizzo esclusivo dello spazio in giorni e fasce orarie prestabiliti, per poter svolgere attività sportive con i propri tesserati.
Inoltre, le ASD/SSD garantiranno nel weekend alcune ore di presidio con i propri tecnici sportivi, al fine di dare supporto alla cittadinanza nelle ore di libero utilizzo delle aree. Nelle restanti fasce orarie, l’area sarà a disposizione della collettività che potrà utilizzare gli spazi gratuitamente.
L’accordo per l’adozione sarà stipulato autonomamente tra il Comune e l’ASD/SSD e dovrà contenere un planning settimanale, seppur indicativo, di gestione delle aree in termini di attività sportiva, contenente sia slot orari di attività svolta in favore dei tesserati dell’ASD/SSD sia slot orari di attività svolta in favore dei praticanti. 

PUNTEGGII

CRITERI DI VALUTAZIONE PUNTEGGI 

Numero di abitanti del Comune che intende partecipare all'iniziativa 

  • Fino a 15.000 abitanti: 25 punti
  • Da 15.001 a 50.000 abitanti: 15 punti
  • Da 50.001 in poi: 5 punti

Cablaggio dell’area individuata

  • Connessione con fibra: 10 punti
  • Connessione con ADSL: 5 punti
  • Assenza di connessione: 0 punti
Prossimità del centro urbano
  • Inferiore a 1 km: 20 punti
  • Tra 1 e 2 km: 15 punti
  • Tra 2 e 3 km: 10 punti
  • Oltre 3 km: 5 punti

Prossimità di istituti scolastici secondari dal 1° al 2° grado

  • Inferiore a 500 metri: 10 punti
  • Superiore a 500 metri: 5 punti

Prossimità a servizi igienici pubblici

  • Inferiore a 500 metri: 5 punti
  • Superiore a 500 metri: 0 punti

Accessibilità dell’area mediante circuiti di soft mobility es. piste o reti ciclabil

  • Inferiore a 500 metri: 5 punti
  • Superiore a 500 metri: 0 punti

Accessibilità dell’area mediante circuiti di soft mobility es. piste o reti ciclabil

  • Inferiore a 500 metri: 5 punti
  • Superiore a 500 metri: 0 punti
Prossimità di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande 
  • Inferiore a 500 metri: 5 punti
  • Superiore a 500 metri: 0 punti
Presenza di un impianto di videosorveglianza all'interno dell'area proposta
  • Si: 5 punti
  • No: 0 punti

Presenza rete Wi-Fi a libero accesso

  • Si: 5 punti
  • No: 0 punti
Presenza di alimentazione elettrica connessa alla rete pubblica 
  • Si: 5 punti
  • No: 0 punti

NOTE

Non è previsto alcun contributo a copertura dei costi di carattere amministrativo, delle opere edili propedeutiche alla installazione delle attrezzature e per i costi del personale dedicato, nonché delle attività di rifinitura/ripristino del manto erboso o di realizzazione della pavimentazione anti trauma, i quali saranno totalmente a carico del Comune, ove prevista e/o necessaria. 
Un Comune può presentare un solo progetto. Sport e Salute, per l’installazione di nuove attrezzature, potrà avvalersi anche di partner privati, in qualità di sponsor del Progetto

 

14 Febbraio 2023
Amm. Delegato Ing. Bruno Garatti e Direttore Generale Dott. Massimo Zanzi di Consorzio.it , e il Resp. di Filiale Autotorino Alberto Fappani

Consorzio.It e Autotorino insieme per la mobilità sostenibile

Oggi presso la sede di Crema di Autotorino, alla presenza dell’Amm. Delegato Ing. Bruno Garatti e del Direttore Generale Dott. Massimo Zanzi di Consorzio.it e del Responsabile di Filiale Alberto Fappani, e’ avvenuta la presentazione delle nuove vetture elettriche BMW i3 brandizzate “Consorzio.it".

L’occasione scaturisce dall’esigenza di Consorzio.it di acquistare due nuove autovetture in sostituzione di quelle vecchie attualmente in uso per gli spostamenti connessi alla gestione degli assets territoriali.

Consorzio.it, coerentemente con la propria missione volta a supportare la transizione energetica e ambientale dei Comuni dell’area omogenea cremasca, ha quindi deciso anche in questa occasione di dare un segnale, decidendo di acquistare due vetture completamente elettriche.

La sostenibilità è infatti un perno fondamentale della nuova strategia territoriale di Consorzio.it, la società dei Comuni cremaschi, fortemente impegnata a sostenere iniziative e interventi locali per rendere il nostro territorio sempre più attrattivo anche per la sua “vocazione ambientale”.
Gli oltre 50 Impianti fotovoltaici già realizzati sul territorio negli ultimi anni, gli ulteriori 40 nuovi impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo in costruzione, lo sviluppo di nuove Comunità energetiche rinnovabili nei nostri comuni, l’installazione di colonnine di rifornimento, lo studio per uno sviluppo integrato della rete di piste ciclabile del territorio, sono solo alcuni esempi di quanto Consorzio.it abbia già sviluppato e stia investendo, per conto dei Comuni soci, affinché il percorso di transizione energetica e ambientale del territorio sia sempre più concreto.

In questo percorso si inserisce anche la collaborazione con Autotorino, che nella sua rete di 62 filiali ha sviluppato il progetto Evolution per la facilitazione della transizione alla mobilità elettrica, ed in particolare con la filiale di Crema ove sono state acquistate le due vetture ‘full electric’ presentate oggi.

10 Febbraio 2023
sitocit-pacpal.jpg
10 Febbraio 2023

Digitalizzazione e supporto alle amministrazioni locali: dal transformation office a un nuovo modello di contaminazione tra PAC E PAL

Articolo pubblicato in origine su: https://www.forumpa.it/pa-digitale/digitalizzazione-e-supporto-alle-amministrazioni-locali-dal-transformation-office-a-un-nuovo-modello-di-contaminazione-tra-pac-e-pal/

Andrea Tironi
Project Manager - Digital Transformation

Sara La Bombarda
Responsabile per la Transizione Digitale presso Regional Agency for Technology and Innovation - Puglia

Il Transformation Office, mettendo sul campo figure dedicate alla PAL ma facenti parte di una PAC (il Dipartimento per la Trasformazione Digitale), attraverso la sua peculiare composizione sta cercando di sopperire alla mancanza di competenze e di coordinamento degli enti locali, e sta fungendo da cinghia di trasmissione bidirezionale tra PAC e PAL in tutta Italia relativamente agli avvisi sul digitale del PNRR. Ci chiediamo se questo modello di supporto e ascolto si possa estendere, permettendo un’ulteriore e se possibile più efficace cross-fertilization tra PA centrale e locale.

Questo articolo è tratto dal capitolo “Trasformazione digitale” dell’Annual Report di FPA presentato il 27 gennaio 2023. Per leggere tutti gli approfondimenti scarica la pubblicazione

La pubblica amministrazione, anche grazie al PNRR, sta effettuando una campagna di assunzioni che non si vedeva ormai da anni. Una campagna che sta riguardando direttamente anche le strutture centrali preposte alla governance nazionale dell’innovazione. Con questo articolo si vuole esaminare, in particolare, la creazione del Transformation Office (TO), e le possibilità di estensione di questo modello per permettere un’ulteriore e se possibile più efficace cross-fertilization tra PA centrale e locale.

CONTINUA su https://www.forumpa.it/pa-digitale/digitalizzazione-e-supporto-alle-amministrazioni-locali-dal-transformation-office-a-un-nuovo-modello-di-contaminazione-tra-pac-e-pal/

10 Febbraio 2023
repelezioni.jpg

Assistenza durante consultazioni elettorali del 12 e 13 Febbraio 2023

In occasione delle consultazioni elettorali del 12 e 13 Febbraio 2023 Consorzio.IT garantirà il servizio di Assistenza Tecnica da Remoto durante il periodo di apertura dei seggi.

Verrà erogata assistenza sistemistica da remoto in caso di mancato funzionamento degli applicativi dei Servizi Demografici.

SABATO 11 FEBBRAIO 2023

  • Mattina 08:30 - 12:30 - Chiamando il n° 0373 218870
  • Pomeriggio 12:30 - 18:00 - Chiamando il n° 345 4403008

DOMENICA 12 FEBBRAIO 2023

  • Mattina 08:30 - 14:00 - Chiamando il n° 342 3578529
  • Pomeriggio e Sera 14:00 - 23:00 - Chiamando il n° 334 1067694

Per quanto riguarda l’assistenza software vi invitiamo a consultare il prospetto in allegato con le schede relative agli orari ed ai contatti dei vari fornitori per i quali è prevista l’assistenza.

9 Febbraio 2023

L'area Omogenea presenta le esigenze del territorio ai candidati consiglieri delle prossime Elezioni Regionali.

Stamattina, presso la sala dei Ricevimenti del Comune di Crema, si è svolto un incontro organizzato dall’Area omogenea cremasca dove è stato illustrato il documento, contenente le principali esigenze del territorio, ai candidati consiglieri delle prossime elezioni regionali. Presenti il presidente Gianni Rossoni, i sindaci del territorio e i dirigenti di Consorzio.it. 

I temi trattati hanno riguardato le infrastrutture con particolare riferimento al raddoppio dell'ex statale Paullese, la realizzazione del nuovo ponte a Spino d'Adda, il completamento dell'ex statale 591,dell'ex statale 472, della gronda nord di Crema, il prolungamento della metropolitana milanese fino a Paullo; il raddoppio della linea ferroviaria Cremona-Crema-Treviglio al fine di introdurre una tratta diretta Milano-Crema.

Sono intervenuti anche a livello di sanità al fine, fra i vari obiettivi, di garantire l'autonomia dell'ospedale Maggiore di Crema con lo stanziamento di risorse adeguate e investimenti per implementare le eccellenze ospedaliere.

Non sono mancati discorsi importanti relativamente all’Istruzione e alla formazione e sociale, all’Energia e ambiente con riferimento allo sviluppo di una rete di comunità energetiche tramite il progetto in essere sviluppato da Consozio.it.

6 Febbraio 2023
3 Febbraio 2023

Piattaforme abilitanti: uno sguardo ai numeri, per capire quanta strada abbiamo fatto

Articolo pubblicato in origine su: https://www.forumpa.it/pa-digitale/piattaforme-abilitanti-uno-sguardo-ai-numeri-per-capire-quanta-strada-abbiamo-fatto/

Andrea Tironi
Project Manager - Digital Transformation

Indice degli argomenti

  1. SPID
  2. CIE
  3. PagoPA
  4. App IO
  5. ANPR
  6. Piano Triennale
  7. RTD
  8. CAD
  9. La domanda di “digitale”
  10. Le nuove piattaforme e i cambiamenti in arrivo

Spesso, ed è umano, non abbiamo la percezione dei cambiamenti e dei miglioramenti avvenuti nel tempo, essendo presi dai problemi puntuali. Lavoriamo sul presente e progettiamo il futuro, ma a volte è interessante anche guardare al passato e, quando capita di pensare che la vetta sia lontana, non dobbiamo dimenticare quanta strada è stata fatta. Adottando questa visione, lo scopo di questo articolo è valutare quali piattaforme abilitanti esistevano nel 2017 e coglierne i cambiamenti avvenuti in questi anni.

CONTINUA su https://www.forumpa.it/pa-digitale/piattaforme-abilitanti-uno-sguardo-ai-numeri-per-capire-quanta-strada-abbiamo-fatto/

3 Febbraio 2023
C
27 Gennaio 2023

La trasformazione digitale della PA è una delle priorità del decennio Digitale Europeo che termina nel 2030.

Articolo pubblicato in origine su: https://www.forumpa.it/pa-digitale/interoperable-europe-act-punti-centrali-e-possibili-impatti-sui-servizi-pubblici-dei-paesi-ue/

Andrea Tironi
Project Manager - Digital Transformation

La trasformazione digitale della PA è una delle priorità del decennio Digitale Europeo che termina nel 2030. Tuttavia, nonostante i servizi pubblici dei singoli stati stiano progressivamente diventando più digitali, il loro livello di interoperabilità sia interno alle singole organizzazioni-stati che transfrontaliero è insufficiente. Il recente Interoperable Europe Act vuole quindi dare una spinta a questo ambito fondamentale per la crescita digitale dell’Europa e del mercato unico europeo

l 30 novembre 2022 è stato proposto un nuovo “Interoperable Europe Act” dal Direttorato Generale per l’Informatica delle Commissione Europea. Proviamo a spiegare, in sintesi, come è nato, come si allaccia all’esistente, di cosa si tratta e quali possono essere gli impatti.

Come nasce l’atto e come si allaccia all’esistente
L’obiettivo principale della proposta è quello di migliorare il livello di interoperabilità tra i servizi della pubblica amministrazione erogati dai diversi paesi dell’Unione.

La trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione è una delle priorità più importanti del decennio Digitale Europeo che termina nel 2030 e per questo gli stati membri stanno investendo massicciamente nei servizi pubblici digitali. Tuttavia, nonostante i servizi dei singoli stati progressivamente stiano diventando più digitali, il loro livello di interoperabilità sia interno alle singole organizzazioni-stati che transfrontaliero è insufficiente.

CONTINUA SU https://www.forumpa.it/pa-digitale/interoperable-europe-act-punti-centrali-e-possibili-impatti-sui-servizi-pubblici-dei-paesi-ue/

27 Gennaio 2023
19 Gennaio 2023

European Digital Identity Wallet: cos’è l’identità digitale europea e cosa cambierà

Articolo pubblicato in origine su: https://www.agendadigitale.eu/cittadinanza-digitale/identita-digitale/european-digital-identity-wallet-cose-lidentita-digitale-europea-e-cosa-cambiera/

Andrea Tironi
Project Manager - Digital Transformation

Il digital wallet europeo non sostituirà le identità digitali nazionali, ma le integrerà aggiungendo funzionalità, contenendo documenti e attestazioni. Ma in cosa consiste esattamente e in quale contesto andrà a inserirsi? Una panoramica

Quando parliamo di European Digital Identity Wallet, parliamo della possibilità di avere in futuro un’identità digitale uniforme per tutti i cittadini europei, in cui la gestione dei dati sarà posta sotto il controllo delle persone titolari dei dati stessi.
Per approfondire l’argomento e capirne meglio le implicazioni, partiamo dalle origini.

Il panorama internazionale e nazionale

I sistemi nazionali di identità digitale grazie anche alla pandemia negli ultimi anni hanno avuto una forte fase di sviluppo. Essendo limitati da un ceiling (la popolazione della nazionale in cui sono utilizzati) il loro tasso di crescita sta rallentando e in alcuni casi sono prossimi alla saturazione dei possibili utilizzatori. In altri ambiti continua il loro percorso di diffusione e consolidamento, sia tra imprese che cittadini.

CONTINUA LA LETTURA SU https://www.agendadigitale.eu/cittadinanza-digitale/identita-digitale/european-digital-identity-wallet-cose-lidentita-digitale-europea-e-cosa-cambiera/

19 Gennaio 2023
webinar20.01.2023.jpg

Webinar - “La legge di bilancio 2023 negli enti locali”

20 Gennaio 2023  ORE 10:00 - 12:00

La legge di bilancio 2023 unitamente al decreto proroghe influenzerà la predisposizione del bilancio di previsione 2023-2025 che, anche quest’anno, si preannuncia alquanto difficoltoso in relazione alla stima degli effetti derivanti dalla crisi energetica sia per il quadro normativo che rimane sempre complicato.
Attraverso un’analisi della legge di bilancio e dei documenti approvati a fine anno 2022, il corso di formazione ha l’obiettivo di fornire un quadro delle novità normative dell’anno 2023 che influenzeranno la gestione amministrativa degli enti oltre alla redazione del bilancio di previsione2023-2025.

Contenuti del corso:

  • Analisi quadro normativo di riferimento
  • Bilancio di previsione: termine per l’approvazione del bilancio, le modifiche al DUP, il coordinamento DUP e PIAO;
  • L’applicazione al bilancio di previsione dell’avanzo di amministrazione;
  • Entrate tributarie: le novità contenute nella legge di bilancio, gli adempimenti da effettuare con riferimento allo stralcio cartelle e definizione agevolata controversie;
  • Fondo solidarietà comunale 2023, fondo Imu-tasi, fondo caro bollette
  • Trasferimenti correnti statali
  • Restituzione trasferimento statale indennità amministratori
  • Entrate in conto capitale: i trasferimenti previsti nella legge di bilancio 2023
  • Anticipazione di tesoreria e anticipazioni di liquidità
  • Fondo crediti dubbia e difficile esigibilità
  • Accantonamento Fondo garanzia debiti commerciali
  • Analisi delle altre disposizioni di interesse degli enti locali

Il webinar è rivolto a Responsabile Ufficio Finanziario, personale e segretario comunale

Costo: 60,00 euro a postazione

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

CONTENUTI DEL CORSO:

 

 

11 Gennaio 2023